• Home
  • Green
  • Ambiente

Clima, l’Irlanda pianterà 440 milioni di alberi nei prossimi 20 anni




Per combattere l’emergenza climatica, dal prossimo anno e fino al 2040 l’Irlanda pianterà circa 440 milioni di alberi. L’obiettivo del governo è quello di rendere il Paese indipendente dal carbonio entro 2050 grazie agli investimenti a favore delle energie rinnovabili.

Gli alberi da piantare, composti dal 70% di conifere e dal 30% di latifoglie, avranno un numero preciso a cadenza annuale e che si aggira intorno ai 22 milioni.

Questa importantissima iniziativa è arrivata dopo che un recente studio ha scoperto che piantare più di 500 miliardi di alberi è la soluzione più efficace per combattere il cambiamento climatico. Di contro, i più critici hanno affermato che è solo una soluzione estemporanea e non in grado di ridurre i gas serra presenti nell’atmosfera. Insomma, ci vorrebbe molto altro.




Insieme all’Irlanda, altri Paesi hanno abbracciato l’iniziativa. L’Etiopia ha già piantato più di 350 milioni di alberi a luglio e in solo giorno, mentre la Scozia ha provveduto a piantare alberi su una superficie di 11.200 ettari, per un totale di 22 milioni.

Se l’iniziativa irlandese riscuoterà un certo successo, gli agricoltori saranno stimolati a piantare più alberi sui propri terreni, considerando che attualmente questo modus operandi è poco popolare. Il governo ha intenzione di convincerli attraverso riunioni della comunità in tutto il paese, rafforzando in questo modo il sostegno alla riforestazione.

Non manca un po’ di scetticismo. Pádraic Fogarty, dell’Irish Wildlife Trust, ha affermato: “Non vedo le persone così propense a piantare alberi. Invece, sarebbe meglio elargire 94 milioni di sterline in sovvenzioni forestali, dicendo agli agricoltori di non piantare nulla, permettendo così alla terra di rigenerarsi. Uno spazio vuoto o una terra desolata non deve forzatamente piantato di alberi. Prima o poi la foresta lo occuperà nuovamente in modo spontaneo”.




Articoli correlati

Privacy Policy Cookie Policy