moringa

Particolare attenzione è stata rivolta negli ultimi anni alla Moringa oleifera, un albero di origine indiana. L’albero produce foglie e semi ricchi di aminoacidi, antiossidanti, minerali e vitamine. Inoltre, la polvere ricavata dalle foglie è molto reclamizzata come la migliore fonte di proteine vegetali in quanto contiene tutti gli aminoacidi essenziali. Invece, i semi contengono enormi quantità di acido oleico, un acido grasso presente nell’olio di oliva.

Definito “albero dei miracoli”, la moringa viene utilizzati da secoli dalla medicina tradizionale dell’Asia meridionale. Non solo foglie e semi sono ottimi per la salute: i frutti, ad esempio, sono ricchi di vitamina C.

Utilizzo

In quanto ricca di antiossidanti e di composti antinfiammatori, la moringa protegge contro lo stress ossidativo e l’infiammazione cronica. La moringa è ottima per prevenire o trattare malattie come diabete, colesterolo, artrite, ipertensione e asma. Inoltre, secondo alcuni studi, può alleviare il mal di testa, la costipazione, stimolare il sistema immunitario e garantire la perdita di peso. L’olio viene anche utilizzato per la cura dei capelli e della pelle.

Benefici

Studi scientifici hanno accertato che la moringa contiene numerosi composti benefici per la salute, tra cui quercetina, beta-sitosterolo e beta-carotene. Inoltre, gli esperimenti di laboratorio sugli animali hanno scoperto i seguenti benefici della moringa.

Diabete: l’estratto di Moringa aiuta a combattere il diabete. Nei test sui ratti diabetici, gli scienziati hanno osservato che la progressione della malattia si era ridotta dopo il trattamento con la moringa.

Asma: 20 pazienti che soffrivano di asma hanno assunto polvere di moringa ricavata dai semi per tre settimane. Alla fine dello studio, i partecipanti hanno mostrato un miglioramento significativo dei loro sintomi e della gravità degli attacchi di asma.

Malattie cardiovascolari: gli estratti della foglia della moringa possono aiutare a trattare la dislipidemia, una condizione caratterizzata da livelli elevati di colesterolo, trigliceridi o entrambi.