sughero

Molti non ne parlano, ma il sughero ha la più bassa energia tra i materiali isolanti, rendendolo per questo un prodotto perfetto.

Il processo di trasformazione delle punte di sughero in lastre isolanti è stato scoperto per caso da John T. Smith nella sua fabbrica di giubbotti di salvataggio a New York, dove un cilindro di metallo di sughero venne accidentalmente lasciato su un bruciatore a caldo. Il giorno dopo Smith notò che il contenuto si era fuso in una solida massa color cioccolato. Quindi, brevettò il processo di creazione del “sughero consolidato di Smith” che non ha additivi o prodotti chimici, ma solo una resina naturale chiamata Suberin.

Nelle maggior parte delle fabbriche, il sughero utilizzato per le bottiglie di vino proviene dalla parte inferiore dell’albero; dopo che i tappi sono stati perforati dalle lastre, il resto viene utilizzato per l’isolamento. Utilizzano anche il sughero più sottile e il materiale dai rami non adatto per tappi da vino. Gli alberi vengono raccolti ogni nove anni e l’intero processo è rigidamente regolato.

Realizzare l’isolamento in sughero è un processo affascinante, semplice ma sofisticato. Per prima cosa, gli scarti ed i pezzi di sughero vengono conservati in montagna per sei mesi.

Alcune aziende riacquistano anche tappi per vino da riciclare e li getta nel mix. Anche se non ha molto senso dal punto di vista economico, i container pieni di vecchi tappi di sughero sono un modo per tenerli lontano dalle discariche. La polvere e gli scarti vengono inviati in una caldaia, dove tutto funziona a biomassa. I granuli di sughero vengono quindi immessi in uno scivolo, dove sotto l’alta pressione e la temperatura del vapore la resina di suberina li fonde in blocchi. Il processo è tutto naturale. I blocchi di sughero vengono poi inviati a un altro edificio dove vengono squadrati e segati in fogli.

Uno dei prodotti più interessanti è il sughero da 1 mm molto fine che viene mescolato con l’intonaco per realizzare un rivestimento in gesso leggero, isolante e traspirante. Il sughero è antibatterico e aiuta a mantenere la qualità dell’aria.