disinfettante per le mani

Secondo la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, i produttori di disinfettanti per le mani non potranno più utilizzare 28 principi attivi, tra cui il triclosan e il benzetonio cloruro. Sono milioni i consumatori che abitualmente utilizzano questi disinfettanti per ridurre il numero di batteri sulle loro mani quando non hanno a disposizione acqua e sapone.

Se in precedenza la FDA aveva evitato il divieto sull’utilizzo di tre principi attivi (benzalconio cloruro, alcol etilico e alcol isopropilico), adesso continuerà a cercare ulteriori dati sulla sicurezza e sull’efficacia di queste tre sostanze chimiche per determinare se possano effettivamente essere riconosciute come sicure ed efficaci per l’utilizzo nei disinfettanti.

Janet Woodcock, direttrice del Centro per la valutazione e la ricerca in materia della FDA, ha dichiarato: “Riteniamo che l’industria abbia compiuto ottimi progressi nella fornitura di dati e continueremo a fornire aggiornamenti al pubblico in merito ai progressi sulla loro raccolta. Nel frattempo, i consumatori possono continuare a utilizzare i disinfettanti per le mani in tutta sicurezza. Lavoreremo per garantire che questi prodotti rimangano disponibili”.

La FDA prevede che il divieto delle 28 sostanze chimiche interesserà meno del 3% del mercato statunitense dei disinfettanti per le mani. La maggior parte che vengono venduti negli Stati Uniti contengono alcool etilico. Già da un paio di anni I rivenditori hanno smesso di vendere disinfettanti per le mani che contengono triclosan, ma un piccolo numero di prodotti contiene ancora benzetonio cloruro.

I produttori che vogliono continuare a produrre disinfettanti per le mani che contengono uno dei 28 prodotti chimici dovranno ottenere l’approvazione dalla FDA prima che possano essere immessi legalmente sul mercato degli Stati Uniti.