Coronavirus Italia, Protezione Civile: 31.506 contagi totali, 2.503 vittime e 2.941 guariti

Il commissario straordinario per l’emergenza, Angelo Borrelli come di consueto, anche oggi, martedì 17 marzo, comunicherà l’ultimo aggiornamento in merito ai numeri di decessi, contagiati e guariti da nuovo coronavirus nelle ultime 24 ore.

Angelo Borrelli, commissario per l’emergenza, ha reso noto l’aggiornamento sui decessicontagi e guariti dell’epidemia da coronavirus in Italia. Nel corso della conferenza stampa tenutasi alle 18:00 presso la Protezione Civile, il commissario ha comunicato gli ultimi numeri. I casi in totale ad oggi, martedì 17 marzo, sono 31.506 ossia 2.889 in più rispetto a ieri, mentre attualmente i casi positivi sono 26.062. Quanto alle vittime, i decessi sono saliti a 2.503 cioè a dire 345 in più in 24 ore. Anche il numero dei guariti è salito: 2.941, 192 in più nelle ultime 24 ore.

L’aggiornamento di Angelo Borrelli in conferenza stampa: i numeri del coronavirus in Italia nella giornata di lunedì 16 marzo

Angelo Borrelli ha comunicato, come di consueto, i numeri dell’epidemia da nuovo coronavirus anche nella giornata di ieri lunedì 16 marzo. I casi in totale erano 27.980, ma non risultavano pervenuti i dati di Puglia e la provincia autonoma di Trento. I malati ammontavano a 23.073, le vittime sono salite a 2.158. Anche nei guariti un incremento: sono risultati 2.749.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, Protezione Civile: 27.980 contagi, 2.158 decessi e 2.749 guariti

Angelo Borrelli, l’aggiornamento sui numeri del coronavirus domenica 15 marzo

Nella giornata di domenica 15 marzo, Angelo Borrelli ha comunicato che casi in totale erano 24.747. Quanto alle vittime, il bilancio era salito a 1.809, cioè a dire 368 morti in più rispetto a sabato. Anche il numero dei guariti risultava cresciuto: 2.335.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, aggiornamento Borrelli: 24.747 contagi, 1.809 vittime e 2.335 guariti

Coronavirus, mappa dei contagi a livello mondiale: salgono i casi e le vittime negli stati europei

Aumentano ancora i casi a livello globale di coronavirus. Ad oggi, martedì 17 marzo, sono 182.424 i soggetti risultati positivi al Covid-19, ovvero 26.024 in più rispetto a domenica, mentre il numero delle vittime è salito a 7.155. Sono cresciuti anche gli stati mondiali in cui si è registrato almeno un contagio: oggi sono ben 155 sui 206 riconosciuti dall’Onu. Numeri che stanno tenendo in ansia il mondo ed in alcuni casi, come quello della Cina e dell’Italia, hanno messo in ginocchio una nazione intera colpendo l’economia e modificando anche le abitudini quotidiane dei suoi cittadini. Per fortuna cresce parallelamente ai dati drammatici anche quello del numero dei pazienti guariti dal virus salito a 79.4335.465 in più in sole 48 ore.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, in aumento contagi e vittime: la mappa

Nuova autocertificazione Coronavirus per gli spostamenti: la nota del Ministero dell’Intero

Il Ministero dell’Interno ha messo a disposizione una nuova autocertificazione che dovrà essere presentata alle autorità in caso di spostamenti. Il nuovo documento, scaricabile online, contiene una nuova voce. Il soggetto dovrà attestare sotto la propria responsabilità di non essere sottoposto a quarantena e/o di non essere entrato a contatto con una persona contagiata.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus Italia | la nuova autocertificazione | le modifiche

Coronavirus, la malattia è meno aggressiva nelle donne

Il dottor Guido Bertolini, a capo del Laboratorio di epidemiologia presso l’Istituto Mario Negri di Bergamo, in un’intervista per La Repubblica ha affermato: “Ormai possiamo dirlo, questo virus contagia più i maschi delle femmine“.  Inoltre ha spiegato: “Non abbiamo dati della qualità che vorremmo, ma le statistiche dopo tre settimane cominciano a essere chiare. Su 10 contagiati in modo grave, 7 sono maschi e 3 sono femmine. Negli anziani arriviamo al rapporto di 8 a 2“.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, la malattia è meno aggressiva sulle donne

Conferenza Protezione Civile Borrelli
La conferenza stampa alla Protezione Civile (screenshot)