Emilio Franchini a Yeslife: “Tony Sperandeo? Un maestro”

Intervista esclusiva a Emilio Franchini, uno dei protagonisti di Medium. Ecco cosa ha raccontato l’attore ai microfoni di Yeslife

emilio franchini
L’attore Emilio Franchini (Ufficio stampa)

Emilio Franchini è un giovane attore romano che si è fatto conoscere dal pubblico grazie al suo ultimo lavoro Medium, dove ha interpretato il ruolo di Walter. Dopo l’uscita del film lo scorso 14 ottobre 2021, la sua notorietà è aumentata notevolmente.

Curiosi, gli abbiamo fatto qualche domanda sulla sua carriera e sui progetti a cui sta lavorando e quelli che presto realizzerà.

Emilio, come ti sei avvicinato al mondo della recitazione?

Sono sempre stato attratto dalla recitazione. Fin da bambino amavo travestirmi ed interpretare personaggi di ogni tipo, mi piaceva farmi guardare, fare ridere e farmi applaudire dalla famiglia e dagli amici.

Medium è stata la tua prima e vera esperienza importante, cosa ci racconti al riguardo?

Medium è un film che porterò sempre nel cuore, è stato il mio primo grande ruolo la mia prima grande occasione la prima apparizione nel grande schermo. Non dimenticherò mai nulla di questa esperienza.

Per chi ancora non ha visto e il film, cosa riveli sul tuo personaggio?

Walter è un ragazzo di borgata, grezzo, duro, coatto, vive di rapine e piccoli crimini , si troverà ad affrontare un pericolo più grande del previsto, dovrà fare i conti con un personaggio molto inquietante che vive in una villa di campagna.

Qualche aneddoto?

Diciamo non ero abituato a stare sul set tutti i giorni 12 ore al giorno , la tensione , la mente il corpo sempre concentrati mi fecero avere un calo fisico, soprattutto di notte il freddo era clamoroso però ripeto amo talmente tanto questo lavoro che farei tutto anche di più.

Con Tony Sperandeo è stato un inizio da 10 e lode…che ne pensi?

Avendo origini siciliane Tony l’ho seguito moltissimo in tutti i suoi film , lavorarci insieme e diventarci amico è stata certamente un’ emozione incredibile, sono stato a Palermo con lui ed ho visto quanto affetto la gente gli riserva per ciò che ha fatto… un maestro sa tutto sul cinema, mi ha insegnato a muovermi e ad avere i tempi giusti nella recitazione.

Cosa ti ha lasciato questa esperienza a livello professionale e umano?

A livello professionale mi ha insegnato tantissimo è stata più di una scuola quasi due mesi di set girando tutti i giorni, vedendo recitare Tony Sperandeo, Bruno Bilotta e l’attore internazionale Hal Yamanouchi ho potuto apprendere molto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>“Sei qualcosa di indescrivibile” Elisabetta Gregoraci ricoperta di piume è un sogno ad occhi aperti, ma proprio quella zona rimane nuda – FOTO

I fan sono già cresciuti dopo Medium, come stai vivendo questa popolarità?

i fan sono cresciuti anche se ancora non moltissimo perché altri film che ho fatto da protagonista non sono ancora usciti ma stanno per farlo quindi manca poco però in famiglia devo dire tra soprattutto tra parenti, cugini ecc ecc c’è una sorte di soddisfazione incredibile. A volte sono in imbarazzo perché mi chiedono tante cose ma io sono sempre Emilio non mi sento cambiato.

Il tuo sogno nel cassetto?

Il mio sogno è imparare bene l’inglese e fare un film in America , però già fare bene qui in Italia ed essere riconosciuto ed apprezzato per il mio lavoro mi renderebbe molto felice.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>“Ogni volta che ti commento mi emoziono” Guendalina Tavassi sul pavimento di casa per uno spettacolo senza precedenti: i bottoni esplodono, non occorre zoomare – FOTO

emilio franchini
(Ufficio stampa)

Progetti in corso e futuri?

Progetti ce ne sono molti, studio, vedo molti film, faccio lezioni private con attori importanti, mi documento sempre sul mio lavoro perché voglio migliorare e punto al massimo come in tutto ciò che faccio , ma al momento non posso dire altro.

BEATRICE MANOCCHIO