Colgate
Colgate

Colgate ha lanciato un nuovo dentifricio, primo nel suo genere ad essere fornito con un tubo riciclabile. Tradizionalmente, i tubetti di dentifricio non possono essere riciclati poiché realizzati con una miscela di plastica e alluminio. I tubetti di dentifricio consumati ogni anno sono circa 20 miliardi, cosa che si traduce in un annoso contributo all’inquinamento da plastica.

Il nuovo marchio, dal nome di Smile for Good, oltre ad essere certificato dalla Vegani Society, è composto da un tubetto di polietilene ad alta densità (HDPE), materiale uguale a quello utilizzato per produrre i cartoni del latte. Gli ingegneri dietro alla produzione del nuovo dentifricio sono riusciti a trasformare la plastica dura, ampiamente riciclabile, in un tubetto facilmente comprimibile.

Colgate ha dichiarato che la tecnologia verrà condivisa con le altre aziende del settore, nel rispetto del suo programma a favore della riduzione dell’utilizzo delle forme più utilizzate di imballaggi in plastica, che non può essere riciclata.

L’azienda ha anche fatto un passo piuttosto insolito: elencare gli ingredienti del dentifricio insieme ad una veloce spiegazione della loro funzione. I consumatori potrebbero rimanere spiazzati dalla descrizione dei vari ingredienti, ma col tempo si abitueranno. Del compito del fluoruro si sa già tutto, ma leggere che il silice pulisce e lucida e la glicerina impedisce alla pasta di seccarsi potrebbe essere un modo per “acculturarsi”.

Con l’aumentare della preoccupazione per l’impatto negativo che la plastica monouso ha sull’ambiente, produttori e rivenditori hanno iniziato a riconsiderare le loro attività. Colgate, che possiede anche i marchi Palmolive e Sanex, ha affermato che la confezione di tutti i suoi prodotti sarà riciclabile al 100% entro il 2025.